TRATTARE E CURARE LA VERNICE OPACA

TRATTARE E CURARE LA VERNICE OPACA

Seguendo i suggerimenti di questa guida capirai come mantenere la vernice opaca al meglio nel corso del tempo, scoprendo che non si tratta di un’impresa impossibile, ma di un lavoro che richiede semplice attenzione, delicatezza e l’utilizzo di tecniche e prodotti specifici.

LA MICROFIBRA PER AUTO Lettura TRATTARE E CURARE LA VERNICE OPACA 4 minuti Prossimo PRENDERSI CURA DELL'AUTO NUOVA

La vernice opaca è una tipologia di finitura che sta diventando sempre più popolare nel mercato automotive, tuttavia occuparsi della gestione e della cura di questo tipo di vernice può risultare complesso ed impegnativo.

Seguendo i suggerimenti di questa guida capirai come mantenerla al meglio nel corso del tempo, scoprendo che non si tratta di un’impresa impossibile, ma di un lavoro che richiede semplice attenzione, delicatezza e l’utilizzo di tecniche e prodotti specifici.

/// COS'È LA VERNICE OPACA?

Prima di vedere come prendersene cura è necessario capire com’è composta. In realtà la differenza tra vernice lucida e opaca è minima. Il tipico “effetto matt” che la contraddistingue è dovuto alla presenza di particelle che creano dei piccoli pori che annullano il riflesso. Anche al tatto, infatti, dona una sensazione che ricorda il velluto, questo sempre grazie alle particelle di silicato che la compongono.


/// COME PRENDERSENE CURA

I passaggi per la cura della vernice opaca, in realtà, sono molto simili a quelli della manutenzione di un’auto con vernice normale.

È fondamentale sapere che la tinta opaca necessita di prodotti semplici, privi di additivi o formule complicate.

Ogni fase non deve essere eseguita alla luce del sole diretta.

1. IL LAVAGGIO

La fase del lavaggio da eseguire come quella descritta nella Guida dedicata, soffermandosi però su alcuni aspetti.

Innanzitutto è necessario eseguire un lavaggio a mano. È possibile aiutarsi con un’idropulitrice, ricordando però di prestare molta attenzione.

Si parte quindi con un prelavaggio, nebulizzando il detergente dal basso verso l’alto, per poi procedere con il lavaggio, utilizzando uno shampoo delicato, senza elementi aggressivi (esempio: cere). Per questo passaggio è fondamentale utilizzare un guanto o un panno in microfibra pulito e morbido (preferibilmente in microfibra), mai spugne, per evitare il rischio di graffiare la superficie in quanto estremamente delicata.

Non utilizzare mai detergenti per vernici o brillantanti, come le cere, poiché l’uso è destinato a veicoli ad alta brillantezza, esponendo quindi la vernice al rischio di aloni lucidi.

2. DECONTAMINAZIONE

Sulle superfici è importante utilizzare un decontaminante ferroso, mentre è assolutamente vietato l’uso della clay bar, poichè danneggia fortemente la vernice e la Clay stessa, lasciando residui sulla carrozzeria.

È possibile utilizzare un iron remover per eliminare le particelle ferrose, come IronX, oppure un prodotto a base solvente per eliminare catrame e resine, come TarX.

3. LUCIDATURA

La fase di lucidatura, nel caso delle vernici opache, così come per la Clay, deve essere evitata. Con la lucidatura infatti si va a lavorare una superficie con lo scopo di donare massima profondità, gloss e brillantezza, eliminando quindi l’opacità.

Nel caso di danni, che normalmente verrebbero risolti con la lucidatura, è consigliato quindi di riverniciare la superficie danneggiata.

4. PROTEZIONE

Proteggere una vernice opaca è fondamentale, proprio a causa della sua delicatezza. Come per tutti i veicoli, i protettivi si dividono in tre diverse categorie:

  • Cera, da stendere rigorosamente a mano o spray, in modo tale da conferire profondità al colore
  • Sigillante, semplice da utilizzare, oltre alla profondità, conferisce una barriera protettiva
  • Nanotecnologia, la soluzione più duratura ed efficace. Carpro C.quartz Skin combatte raggi UV, aggiungendo un elevata resistenza alle sostanze chimiche e sporco e conferendo idrorepellenza.

     

    5. MANTENIMENTO

    Per mantenere la vernice opaca in buono stato, oltre ad utilizzare prodotti e strumenti adatti, è importante prendersene spesso cura.
    Riuscire in un buon mantenimento della vernice la soluzione è quella di crearsi una buona routine di lavaggio, decontaminazione e protezione.

    • Lavaggio: da eseguire ogni 2 settimane circa. Ricordiamo di evitare prodotti chimici aggressivi e spugne.
    • Decontaminazione: da eseguire ogni 3-4 mesi.
    • Protezione: variabile in base alla durata del protettivo applicato.

    Anche sulle vernici opache è possibile utilizzare un Quick Detailer, il quale ripristina la finitura velocemente.

    Vai sul sicuro!

    CALCOLA LA DILUIZIoNE

    Inserisci i valori richiesti per calcolare la dose di prodotto e la quantità di acqua necessarie per una corretta diluizione, a seconda del rapporto e di quanta soluzione vuoi ottenere!

    Risultato:

    devi versare ml di prodotto in ml di acqua.